Rumore nei luoghi di lavoro

Cosa si intende per rumore nei luoghi di lavoro?

L’esposizione al rumore nei luoghi di lavoro può avere effetti nocivi
sulla salute dei lavoratori, sia diretti che indiretti. L’effetto più noto del rumore è la perdita dell’udito, un problema già osservato tra i ramai sin dal 1731. Tuttavia, il rumore può anche contribuire ad esacerbare lo stress ed aumentare il rischio di infortuni.

Date le ultime normative in materia di Acustica nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008), ogni azienda è tenuta a verificare che il livello di rumore a cui ogni lavoratore è sottoposto sia inferiore ai limiti stabiliti dalle normative vigenti. Per questo l’acquisizione di dati acustici negli ambienti di lavoro è diventato un aspetto fondamentale sia direttamente per la sicurezza dei lavoratori che per l’attuazione di misure preventive in fase progettuale.

Come si misura?

La misura del rumore ambiente di lavoro prevede l’utilizzo di fonometri o dosimetri acustici in Classe 1 o in Classe 2, opportunamente tarati e calibrati, in accordo alle normative vigenti.